🙏 Annuncio: piccoli libri di preghiera e pellegrini mondiali offerti con consegna Gratuito

🙏 Bookstore e boutique - Consegna Gratuito | Visita il centro

STORIA DELLA VITA DI SAINT THÉRINASE DE LISIUX

sainte-therese
redacteur-chretien-Benoit

Scritto da Benoît Santos - aggiornato 28 apr 2024

Riepilogo :

    Sei appassionato di storie sacre? Conosci la storia di Saint Thérèse de Lisieux? Vuoi sapere un po 'di più sulla basilica costruita in onore del Sainte?  

    Il nostro team è presente per fornirti risposte. Abbiamo trovato informazioni molto interessanti. In breve, ecco cosa possiamo dire sull'argomento: 

    Saint Thérèse de Lisieux è nato nel 1873 in Normandia, in Francia. Era una ragazza molto vivace ed estroversa, nonostante sua madre fosse morta quando aveva 4 anni. Fin dalla tenera età, voleva andare a Carmel. È un monastero solitario, con statuti rigorosi: durata di preghiera rigorosa, digiuno, confinamento, silenzio, ecc. 

    Per saperne di più sulla storia e sulla basilica di Saint Thérèse, ti invitiamo a scoprire in questo articolo: 

    • La storia di Saint Thérèse de Lisieux;
    • La serie di beatificazioni;
    • Preghiera e intercessione.

    Se desideri scoprire altre storie su Christian Saints, ecco diversi articoli disponibili sul nostro sito che puoi scoprire:

    Gioielli santi

    La storia di San Tomina del bambino Gesù

    Storia di Sainte-Therese

    Saint Thérèse de Lisieux (bambino Gesù) è uno dei santi più venerati nel mondo cattolico. È la fondatrice di "Little Path of Holiness", esposta nel suo libro "La storia di un'anima"Che è stato copiato molte volte e venduto in tutte le lingue europee e molte altre. È una delle poche donne ad aver ricevuto il titolo di"insegnante di chiesa"È anche il proprietario celeste di tutte le missioni e di tutti i missionari. 

    Thérèse nacque ad Alanson (città nel nord -ovest della Francia) il 2 gennaio 1873, nella famiglia profondamente pie. Louis Martin, orologiaio e sua moglie Marie-Zélie Marten. Non solo Teresa Lei stessa, ma anche le sue quattro sorelle che diventeranno in seguito religiose e il 18 ottobre 2015. Papa Francesco ha detto che la coppia Marten era una famiglia santa. 

    La famiglia di Saint Thérèse de Lisieux

    Le cinque figlie della coppia Marten hanno assorbito la sincero e fervente fede dei loro genitori fin dalla tenera età. Teresa era la quarta figlia e quando aveva solo cinque anni, sua madre morì di cancro al seno. Alle nove, sua sorella maggiore Pauline, che aveva scelto come "seconda madre", la lasciò per unirsi al convento Carmelite Reclusi da Lisieux. In Normandia, dove Louis Martin si era stabilito con le sue figlie dopo la morte di sua moglie.  

    Da questo momento, Teresa ha acquisito la convinzione irremovibile che Carmelo era il posto dove doveva andare e dove Dio voleva che fosse. E secondo la stessa Teresa, all'età di tre anni, non ha mai detto "no" a Dio. A quel tempo, Thérèse era gravemente malato (a quanto pare, era una malattia psicosomatica), ma è stata improvvisamente guarita. Dopo che tutta la famiglia aveva pregato molto per lei, la figura della vergine in piedi nella sua stanza le sorrise. Va detto che Teresa ha usato consapevolmente l'esperienza spirituale della sua infanzia come base della sua spiritualità matura. 

    Il primo miracolo di Teresa de Lisieux

    All'età di 15 anni, il primo "miracolo di preghiera" avvenne nella sua vita. Ha letto su un giornale un articolo su un processo a Parigi, in cui il criminale accusato dell'omicidio di due donne e una ragazza si comportava provocatoriamente. E non ha mostrato alcun segno di rimorso. Dopo averlo scelto come "il suo peccatore", Teresa pregò sinceramente per lui. È diventata certa che Dio l'ha ascoltata quando ha appreso dal giornale che quest'uomo aveva abbracciato il crocifisso tre volte prima della sua esecuzione. 

    Dopo questo evento, Teresa sentiva che Dio voleva che entrasse immediatamente nel convento. Senza aspettare che raggiungesse l'età adulta e ha iniziato a prendere misure concrete in questa direzione. Riusca a convincere suo padre della sua decisione. Ma il superiore provinciale dell'ordine e il vescovo locale non sono convinti e gli consigliano di aspettare. 

    Un giorno, Thérèse vide tra le pagine del suo libro di preghiere parte dell'immagine del crocifisso, una mano inchiodata sulla croce, da cui cadde gocce di sangue: "Sono stato colpito dalla vista del sangue che scorreva dalla mano divina e ho sentito una grande tristezza all'idea che cade a terra, ma che nessuno lo raccoglie !: Teresa testimonia. Poi ha preso conoscenza del suo posto dentro vita. 

    La richiesta di Thérèse dal papa di entrare in un convento

    Therese-de-lisieux-corps

    Thérèse de Lisieux, all'età di quindici anni, dopo aver partecipato a un pellegrinaggio A Roma, riesce a farsi capire dal Papa. Si getta ai suoi piedi esprimendo il suo desiderio. A cui Leon XIII rispose che se ci fosse davvero la volontà di Dio, sarebbe entrata nel monastero. Da questo pellegrinaggio, Teresa ha acquisito un'altra convinzione che rimarrà tutta la sua vita: la sua vocazione particolare è pregare per l'anima dei sacerdoti.

    Durante il pellegrinaggio, è stato presentato sacerdoti che aveva visto solo nell'area dell'altare del santuario. E in The Confessional: 75 dei 200 pellegrini francesi erano ecclesiastici. Durante l'intervista che precede la pronuncia dei suoi desideri monastici, ha detto: "Sono venuto per salvare le anime e soprattutto per pregare per i sacerdoti.

    È per le sue preghiere per tutta la vita per i sacerdoti (coloro che lavorano in missione) che il papa Pio XI Il patrono celeste dei missionari e delle missioni. Poco dopo il suo ritorno da un pellegrinaggio, Thérèse riuscì a ottenere l'autorizzazione dall'ordinariato dalla sua diocesi. Ciò significa che all'età di 15 anni, è diventata una carmelita nel monastero di Lisieux, dove le sue due sorelle più grandi si esercitano già. 

    La vita spirituale di questa ragazza di Gesù 

    Teresa-de-lisieux-miracle

    giovane suora Teresa non ha avuto una facile vita spirituale in questo convento. Era povero nei doni umani e intellettuali, dominati da una spiritualità rigorosa e moralista con gli accenti jansenisti, vale a dire dall'idea di Dio come un giudice rigoroso e inflessibile che deve essere continuamente placato dalla preghiera e dal sacrificio. È vero che Teresa ha scritto su questo argomento: "Ho trovato la vita al convento esattamente come immaginavo: nessun sacrificio mi ha sorpreso ...".  

    La prima volta che Teresa entrò nel convento fu anche oscurata dalla grave malattia di suo padre, che doveva persino essere collocato in un manicomio. Teresa ha commentato: "Proprio come il venerabile volto di Cristo oscurata durante la passione, quindi il volto del suo servitore deve scurire durante i giorni del suo dolore. 

    Al suo cuore spiritualità, Thérèse vide, da un lato, l'infanzia di Gesù, chiedendo un abbandono semplice e fiducioso a Dio. E d'altra parte, la contemplazione della sua passione, chiedendo appartenenza e sacrificio. Quindi ha chiesto di essere chiamata sorella del bambino Gesù e del Viso santo. 

    Dimostrazione del suo amore per Dio

    Un giorno, Teresa ha spiegato il suo programma spirituale come segue: "Stare i bambini davanti a Dio significa riconoscere il nostro nulla. Richiedere tutto buon Dio, da bambino si aspetta di tutto da suo padre. Non cercare di cambiare le tue condizioni crescendo ... significa mai attribuire le tue buone azioni ... e non cadere mai nella disperazione a causa delle sue trasgressioni. VsI bambini sono spesso cadono, ma sono troppo giovani per avere molti lividi. 

    Il polo positivo "attivo" di questa immagine è che in una relazione con Dio solo l'amore con cui si abbandona noi stessi è significativo. Ma se questo amore è autentico, tutto nel mondo può essere utile per esprimerlo e da questo punto di vista molto piccolo può essere infinitamente importante. Per esprimere il suo amore per sua madre, un bambino può dargli uno dei suoi giocattoli. Naturalmente, la madre non ha bisogno di questo giocattolo in sé. Ma comunque, la madre è influenzata dall'attenzione del bambino e prende molto sul serio il dono. 

    Allo stesso modo, abbiamo migliaia di modi diversi di mostrare il nostro amore e il nostro apprezzamento per Dio: dandogli un migliaio di piccoli doni, possiamo restituirgli ciò che ci ha dato e accetta i nostri doni, dando loro un nuovo valore e quindi, a È stabilita la relazione tra amore reciproco tra Dio e l'uomo, ciò che caratterizza il percorso che porta alla santità. È da questo "piccolo percorso" che Thérèse de Lisieux si unì alla gloriosa coorte di mentori spirituali e insegnanti della chiesa, diventando se stesso un "insegnamento vivente" e la "parola di Dio" per il nostro tempo. 

    Vita monastica Teresa

    Tutta la vita monastico De Teresa era serio e pieno di un tenero amore: sopportare pazientemente il noioso violino prodotto da una delle sorelle durante il pregare ; Non lamentarti quando un vicino disattento spruzza il viso con acqua sporca mentre lava; Mangia con cibo gentile che nessun altro vuole mangiare; Non mostrare mai che hai freddo, perché non puoi essere libero agli occhi di quello che ami; Obbedire fedelmente e felicemente, anche quando vuoi opporsi involontariamente; trattare con così tanto affetto la sorella che ti dispiace di più che sembra che la ami più degli altri; Per piegare gli abiti lanciati dalle altre sorelle - in breve, "Non perdere un solo piccolo sacrificio, guardare, parlare, usare ogni piccola cosa e farlo con amore". 

    Anche le sue debolezze, le sue omissioni e le sue piccole trasgressioni possono essere accettate sentendo un bambino davanti a Dio che ha costantemente bisogno di aiuto, perdono e grazia. A quel tempo, le suore erano solite sacrificarsi "alla giustizia divina, per portare avanti tutte le frasi preparate per i peccatori". E una tale consacrazione era considerata in Carmel come la cima della spiritualità. E Teresa, all'età di 22 anni, le chiese al permesso superiore di sacrificarsi all'amore misericordioso di Dio, che, secondo lei, era "mille volte più esigente della giustizia".

    Lei stessa ha composto la formula della dedizione: "Mio Dio, voglio amarti e prenderti ispirazione dall'amore ... ma sento la mia impotenza e ti chiedo di essere mio santità. In un segno di amore perfetto, mi offro un olocausto del tuo amore misericordioso e ti chiedo di bruciarmi a morte ... in modo da diventare un martire del tuo amore, o mio Dio! Per tutto ciò, ciò che era comune in Teresa non era uno stato di euforia spirituale, ma proprio uno stato di siccità spirituale: paradossalmente, era entrambi felice perché amava immensamente Dio e sapeva che "amava immensamente, eppure non provava gioia. 

    La morte della suora thérèse de lisieux

    Therese-de-lisieux-corps

    Nel suo 24 ° anno, soffriva di tubercolosi polmonare e morì un anno dopo. Avendo subito insolite sofferenze fisiche in questo ultimo anno della sua vita, serie tentazioni spirituali e intellettuali; ("Nella mia mente penetra nei giudizi dei materialisti più elevati: l'idea che in futuro, grazie al progresso progressivo, la scienza troverà una spiegazione naturale a tutto. E che conosceremo la causa finale di tutte le cose, ma per il momento è solo un mistero perché c'è ancora molto da scoprire ... "). Umiliazione morale quando era coinvolto nello scandalo molto pubblicizzato di una provocazione di massoni e anticleri contro la chiesa.  

    L'abate Dalla provincia dei carmeliti a cui apparteneva, brillante predicatore noto in tutta la Francia, aveva rinunciato al sacerdozio. Si era sposato ed era diventato il fondatore di una setta cristiana. È con la sua intenzione che Thérèse abbia ricevuto la sua ultima comunione di vita ... Fu anche durante l'anno scorso terribile che Teresa completasse la sua autobiografia spirituale, che aveva iniziato su richiesta di sua madre superiore. E chi avrebbe successivamente ricevuto il titolo "La storia di un'unica anima". 

    In questo libro, Teresa racconta i grandi e vari desideri che hanno sempre animato il suo cuore. Fino al giorno in cui si è resa conto che la chiesa è un corpo in cui tutti i membri - e ognuno di essi ha un ruolo - agiscono per il bene del tutto. Ma questo corpo deve anche avere un cuore e la sua vocazione personale è quella di essere in questo cuore, nutrendo e sostenendo tutte le vocazioni senza eccezione. ""Al centro della chiesa, mia madre, sarò amore." 

    La serie di beatificazioni 

    Sainte-Teresa-BEUTIFICAZIONE

    Thérèse del bambino Gesù morì il 30 settembre 1897 e all'epoca era una suora quasi sconosciuta. Sebbene il monastero di Lisieux condividesse la ferma condanna che aveva lasciato per il Signore in uno stato di santità. La badessa ha pubblicato la storia di un'anima con i fondi del monastero per un pareggio di duemila copie. Contro tutte le aspettative, questo libro doveva avere un successo clamoroso. Le trasmissioni successive, i vescovi e i grandi teologi della Francia esprimono la loro ammirazione e i lettori ordinari. Molto rapidamente, il libro è diventato popolare nel mondo cattolico e tra le altre denominazioni cristiane. 

    Papa Pio X, che ha iniziato il processo di Canonizzazione di Thérèse, lo ha definito "il più grande santo della nuova era". La sua intercessione fu invocata da centinaia di migliaia di credenti nei campi della prima guerra mondiale. E dal 1915 al 1916, furono stampate e distribuite quattro milioni di immagini. Nel 1923, fu beatificata da Papa Pio XI e il 17 maggio 1925 fu canonizzata come santa. A quel tempo, più di quattromila miracoli furono assegnati all'intercessione di Thérèse de Lisieux e Pio Xi lo chiamò "la star del mio pontificato". 

    Nel 1929, di fronte al crescente numero di pellegrinaggi sulla tomba del santo, a magnifica basilica è costruito e dedicato nel suo nome a Lisieux. Papa Pio XII proclamato Santa thérèse del bambino Gesù Celestial Boss of France, insieme a Saint Joan of Arc. Papa Giovanni Paolo II lo ha proclamato insegnante della chiesa nel 1997. Le reliquie di Santa Thérèse del bambino Gesù sono periodicamente esposte alla venerazione di diversi paesi del mondo. Ciò provoca invariabilmente un grande afflusso di credenti, non solo cattolici. Nel 2000, i santuari di Saint Thérèse de Lisieux fecero un pellegrinaggio nelle parrocchie cattoliche della Russia. 

    Intercessione e pRisate quotidiane 

    Sainte-Teresa-de-lisieux-Priere

    Grande Dio, chiami persone vicine a te che non stanno aspettando altro che spero che tutto di te. Guidaci sul percorso dell'umiltà e della genitorialità che hai mostrato in Sainte Thérèse. Dal suo intercessione, completa anche la nostra vita nella tua gloria e lasciaci vedere la tua faccia. Questo è ciò che chiediamo da Gesù Cristo ... Amen. 

    Signore, attraverso San Tomra del bambino Gesù, volevi comunicarci in un modo nuovo e forte che tu sia per noi come un buon padre che non è incorporato dall'infedeltà e dalla colpa di noi, esseri umani. È quindi facile per noi presentarti le nostre petizioni: 

    • Guida la tua chiesa - i suoi pastori e tutto il popolo di Dio - in modo che possa diventare una comunità che vive credibile e proclama la tua buona notizia. 
    • Aiutaci a accettarsi l'un l'altro innamorato, specialmente nelle piccole cose della vita di tutti i giorni e per vivere la continuazione di Cristo. 
    • Riempire tutti i cristiani zealici missionario, in modo che il tuo regno di amore e pace si diffonderà e raggiungerà tutti i popoli. 
    • Consigliare e aiutare le persone bisognose e coloro che sono malati nei loro corpi o nel loro anima, quelli che cercano e quelli che dubitano. 
    • Santo Dio, ti ringraziamo per averci dato santo thérèse come sorella sul nostro percorso di vita. Come lei, riempici di fiducia in te che vivi e regni per sempre e per sempre. Amen. 

     

     

    Scopri il negozio cristiano che ti offre magnifici articoli di Saint Thérèse

    Sainte-Thesese-de-lisieux

    L'entusiasmo di questo grande santo è espresso attraverso la sua totale fiducia in Dio. E il suo desiderio di condividere la sua esperienza di incontro con Dio e tutti gli altri. In Abbraccio universale della comunione.

    suddividere :

    Per scrivere un commento